domenica 28 gennaio 2007

Carotine e lattughina


L'ìmmagine non è che sia un granchè (anch'io come fotografa sono un disastro), ma prova oggi che prova domani piano piano riuscirò a trasmettere la bontà e la bellezza di questi piatti anche in foto, o no? O____o
Ecco un piatto semplice e veloce che ho preparato ieri sera per "far fuori" la lattuga che stava tranquillamente e beatamente in frigo dimenticata ^___^
Fortunatamente ho tolto solo le prime foglie esterne, le altre si erano mantenute!
E' un piatto che mi piace preparare per la "dolcezza" che tira fuori: carote cotte e lattuga cotta formano una buona accoppiata e poi mi piace anche l'abbinamento di colori: verde e arancione. Ma passiamo al dunque:
2 carote medie
1 cespo di lattuga fresco ^____^
erbette e spezie varie (io ho messo un pò di timo, maggiorana e rosmarino tritati)
sale
pepe
olio

Si mondano e si tagliano a rondelle le carote, si lava bene la lattuga e la si fa a pezzetti.
Si cuociono prima le carote con le spezie, il sale, l'olio per circa cinque minuti, poi vi si aggiunge la lattuga che cuoce molto velocemente e rilascia l'acqua necessaria a far sì che le verdure si cuociano.
Far cuocere per altri dieci minuti (tagliare le carote a rondelle sottili in modo che cuociano velocemente) e servire con due fette di pane integrale ai semi di sesamo (vabbè, questo l'aveva preparato il naturalista con la farina per il pane già pronta comprata alla Lidl. Non era male affatto!!!)
Gnam!

2 commenti:

Silvana ha detto...

Non sono male le tue foto! Non pensare che debbano essere ugali a quelle delle riviste: quelle le fanno fotografi professionisti e cuochi che cucinano in modo che le pietanze siano belle per la foto, non importa se buone...
Le tue foto fanno venire fame, che altro dire? Mi piace la semplicità e insieme la cura che ci metti ;-)
Ciao ciao!
Silvana

Morrigan ha detto...

grazie mille Silvana...
e se le mie foto fanno venire fame allora l'obiettivo è raggiunto.
Sulla semplicità e la cura... bè non devo autoincensarmi epperò è vero!
Grazie ancora.
Ciao