mercoledì 24 dicembre 2008

Limo-insalata



Non so come altro chiamarla.
Perchè questa pietanza? Per affrontare meglio le crapule mangerecce che vedranno protagonisti buona parte degli abitanti di questo pianeta (mentre un discreto numero muore di fame!)
L'ho assaggiata poche settimane fa, quando sono stata in Sicilia ospite di mia zia paterna, e mi ha subito colpito perché le motivazioni addotte per preparare questa sorta di pseudo insalata sono le stesse che aveva spiegato pochi giorni prima la mia prof. di farmacognosia (ho già scritto che sto frequentando un corso di erboristeria? Sì!); ella affermò che per riequilibrare stomaco e intestino, e addirittura per aiutare in caso di stipsi, è bene mangiare 1/2 limone la mattina appena svegli e berne il succo diluito con un po' di acqua calda. Il succo del limone, infatti, non ha proprietà astringenti (come si suol credere) ma riequilibranti della flora intestinale per cui se soffri della maledizione di Montezuma il limone ti aiuta a bloccarla proprio perchè agisce sulla flora. Lo stesso per la stipsi. Assunto in cotal guisa, e con l'aggiunta anche dei fermenti lattici e di una dieta ad alto contenuto di fibre, la funzione intestinale può essere ristabilita naturalmente senza l'ausilio di pasticche e pasticchette che altro non fanno che sì alleviare il problema al momento, ma poi rendono stomaco e intestino "atonici", inerti, non permettendo più una sana peristalsi effettuata in modo autonomo... e resti legato a vita alle pasticchette.
Ordunque, dicevo, mentre io e il naturalista ci trovavamo in Sicilia mia zia se ne esce una mattina con questa ricetta. Non stavamo particolarmente male, ma nel parlare di piatti tradizionali e di effetti sull'apparato digerente è venuta fuori la limo-insalata. Tale pietanza, come ella raccontò, veniva preparata in caso di sommovimenti intestinali non graditi e di bagordi mangerecci. Mia nonna la preparava di tanto in tanto perchè "aiutava a ripulire l'organismo". Ah, sana sapienza popolare, e mia nonna non aveva studiato, non era andata dall'erborista ma aveva appreso, come ha fatto mia zia e come ho fatto io, dai propri genitori e nonni cosa fare per lo stomaco birichino.
Per farla breve, il procedimento è semplice.
Si pela un limone e si taglia a fettine sottili, lo si condisce con olio e sale e con il succo di un altro limone e si aggiunge acqua calda. Vi si ammollano anche alcune fette di pane e si mangia la mattina a colazione.
Occorre avere volontà e stomaco forte perchè il sapore non è che sia dei migliori, anche se l'olio aiuta a mandar giù il limone.
Buone feste a tutti quanti e siate parchi (e poco "porchi" ^__^)
Morrigan in partenza per le lande sabaude con naturalista, Tabatuga e Alessiettuccettinaaaa!

7 commenti:

max - la piccola casa ha detto...

Tantissimi auguri di un buonissimo e felicissimo Natale!!!!

Morrigan ha detto...

Grazie Max, auguroni a te, alla Fra e alla piccola Ginevra!

stelladisale ha detto...

Buon natale, neppure io lo sento molto, ma comunque buone feste e buon 2009! :-)

mammafelice ha detto...

Buone feste comunque, perlomeno per le magnate! E poi magari ci si vede pure ;)
Auguri!

totirakapon ha detto...

Splendido blog gattaro ! Buon anno !

Geillis ha detto...

Giusto il limone mi è rimasto, come rimedio, è dal 24 che vado avanti a brodini!
:-(
Divertiti e rimettiti dagli stravizi, tu che puoi
Un abbraccio

Morrigan ha detto...

A tutti quanti, grazie per aver lasciato un vostro pensiero!
Totirakapon mi lusinghi, non lo merito, ma grazie e auguroni a te e alla tua "corte felina"! =^.^=
Geillis, mi spiace per come siano andate le feste. ho straviziato poco e continuo su questa linea ma penso che stasera mi lascio un po' andare.
Prova l'insalata e poi dimmi com'è e come è andata. Lo so, fa un po' senso ma ti assicuro che è una mano santa.
Bacioni a te e consorte e grattatine ai mici
@Mammafelice, speriamo proprio di poterci "beccare" su nelle lande sabaude! Miaoooo al piccolino!
@Stellina, auguroni anche a te, che seguo sempre con interesse. Un bacione!