sabato 10 marzo 2007

Seitan brasè... ?___?



Bè, i puntini interrogativi al posto degli occhietti sono d'obbligo perchè anch'io rimango un pò perplessa del risultato visivo. Quello gustativo... ahem... è la consistenza del seitan che non mi soddisfa e forse, per dargli un pò di sapore, quando lo preparo lo dovrò far cuocere più di 40 minuti e mettere nell'acqua di cottura più spezie e più salsa di soia.. o forse potrei farlo marinare prima di cucinarlo? O___o
Comunque, questa è la visione finale del seitan brasato al vino, che non è un barolo ma un rosso senza infamia e senza lode.
Gli ingredienti:
seitan (quattro o cinque pezzi)
1 carota
1 cipolla media
1 patata media
Erbette fini
droga "La Saporita" [grazie Santa Polenta per avermela fatta scoprire]
un cucchiaino di zenzero in polvere
sale e pepe
due bicchieri di vino rosso
si tagliano la carota, la cipolla e la patata a listarelle, si mettono in padella con le erbette fini, lo zenzero e una spruzzata di "Saporita", in questo modo:

















Si cominciano a far rosolare e dopo cinque minuti si aggiungono i pezzi di seitan.. ecche qua (signora mia fanno un pò impressione):

















si aggiunge anche un pò di acqua, e poi si comincia a far cuocere il tutto a fuoco lento per almeno un'ora se non di più.
A fine cottura il liquido deve essere stato assorbito del tutto dal seitan e dagli ortaggi presenti fino a formare un ammasso del genere


















Quindi si impiatta (nella foto di apertura il piatto è un grazioso piatto a tre scomparti della linea "Beatrix Potter" - sì Hiri lo so che a te non piace, ma a me sì :-P), si accompagna con delle verdurine fresche, in questo caso con pomodorini e cetrioli in agrodolce, e si degusta con un buon vino rosso.
Giudizio finale:
6+
Il seitan per me è ancora troppo molliccio e anche dopo un'ora e passa di cottura sembra non aver assorbito per nulla gli ingredienti che ho messo. Dove ho fallato?
Forse la cara Anonimo ha ragione... sto cucinando pezzi de cadavere (o di cervello secondo il naturalista) e non me ne rendo conto O___o
help!

1 commento:

Hirilla ha detto...

Sul seitan non mi esprimo, perché l'ho mangiato solo una o due volte da Phera, ma era di quello già pronto, e non era male.
Sul piatto di Beatrix Potter non mi esprimo, perché è meglio. ;P

Scherzo! Non è la mia illustratrice preferita, certo, ma neanche mi provoca ribrezzo.

Tornando al tuo piatto, non sei un po' troppo severa?
Visivamente non è poi così brutto, dài! Sembrano fettine di vitella molliccie.
Oddio, non è che la vitella sia 'sto granché... Ma, appunto, perché dovrebbe sembrar peggio il tuo seitan? ;)