martedì 15 maggio 2007

Uova e cipolle




Basta!
Me sta a girà la testa... dati e dati, nomi e numeri che danzano la "Taranta" di fronte ai miei occhi e mi fanno rincoglionire (ops, ho usato un francesismo ^O^).
Meno male che fra un'ora e mezza esco e vado a meditazione.
Ahò, riesco solo il martedì a fare una "sana" session meditativa. Durante la settimana sono una frana e mi applico poco. Volontà a quota zero, eh? Un pò come questa ricetta ricavata da due ingredienti che bisognava far andare e c'era poco tempo da dedicarvicisicisisicici.... insomma avete capito!

Ingredienti:
due uova
una cipolla
sale
olio

sbucciare la cipolla e tagliarla a tocchetti. Far scaldare l'olio (non molto) in una padella antiaderente e gettarci la cipolla, salando un pò.
Far cuocere per cinque minuti e poi unirvi le uova sbattute. Far rapprendere come se si stesse facendo una frittata, ma in realtà siamo più vicini all'uovo strapazzato. Quando l'uovo è cotto, togliere dal fuoco e servire.

La cipolla rimane un pò cruda e fa un certo effetto mangiarla con l'uovo cotto. Ahò, se piace, piace ^___^

Addio, vado a fare gli ultimi controlli e poi... via OHM! OHM! OHM!
NAMO DA BEI KWAN SHR YIN PU SA

3 commenti:

SenzaPanna ha detto...

ciao, non conoscevo il tuo blog.

:-))))))))))

marcella candido cianchetti ha detto...

è buonissima,una volta si faceva in umbria in particolare nel folignate ciao

palexandra ha detto...

Io pratico delle tecniche energetiche
tu che tipo di meditazione pratichi?
Non si finisce mai di imparare e di crescere anche attraverso le esperienze degli altri.
Se ti va di condividere,ti aspetto.
Ciaoooo