martedì 19 febbraio 2008

La sbobba di pane

Quando il naturalista non c'è, la dea de'a guera (che sarei io) langue, piange e nun magna!
So' 'na disgraziata e pure pigra.
Quando torno a casa tardi la sera e non c'è nessuno (bè, no, cribbio, c'è Tabatughina, pora stellina! :-D), non è che abbia tanta voglia di mettermi ai fornelli e spignattare. E ora che lui è laggiù, nelle lande desolate del Marocco, in compagnia del paleontologo, con una macchina in affitto a cui si è già sgonfiata una ruota, io mi consolo ripensando ai buoni manicaretti che mi fa trovare la sera, fra cui questa ... sbobba di pane, che dalle sue parti si chiama "panade" ossia il pancotto, ma non sono sicura che abbia seguito a menadito la ricetta!
In pratica è pane, un pò raffermo, messo a cuocere con verdure varie. Qui, se non sbaglio - non mi ricordo bene gli ingredienti, anche perchè si era creato un blob indistinguibile - egli ha usato cipolle, verza, fors'anco patate. Un pò d'olio, un pò di sale, un pò d'acqua e via, a bollire fino allo spappamento finale di tutti gli ingredienti.

Il risultato gustativo è veramente spettacolare. Ahò, a me è piaciuto e non vedo l'ora che torni dal suo viaggio marocchino per poter - egli - preparare la "supa barbetta", altro piatto delle valli valdesi! Oppure mi ha preparato una simil supa barbetta e mi dovrà preparare la panade? O___o Bè, sempre sbobba de pane viene fuori!
Ciao mio Lawrence d'Arabia. Fai il bravo! :-DD
Come chiosa, la piccola Tabasbirillina che prende il sole nelle terse giornate romane... ciao micia birilla, stasera tante coccoline io e te!


E' troppo birillina. La notte viene a dormire con me. Se sono supina, si fa un bel giretto esplorativo che va dalla punta dei miei piedi fino al collo. Giunta in prossimità del mio viso mi guarda, struscia il suo musino contro il mio naso (vai a sapere perchè), mi guarda ancora, avvia il motorino d'avviamento e "impasta un pò il pane" sul mio collo - ma io la frego perchè mi copro con lenzuola e coperte fino al mento e quindi non mi fa poi tanto male - poi si blocca, si guarda intorno, si gira e va a spatasciarsi sulle mie gambe.. pluf! Fino all'indomani in questa posizione, ahiaaa!
Se dormo su un fianco, stessa solfa: si arrampica timorosa su fino alla spalla, piccola scalatrice indomita, mi guarda, mi dà un buffetto con la zampina e poi va ad accoccolarsi in fondo ai miei piedi: aripluf!
Non ha mai dormito sotto le lenzuola poichè pare non piacerle; a volte fa la piccola esploratrice, guarda quali misteri possano mai esserci sotto le coperte, ma non fa neanche a tempo a infilarcisi che subito ne esce: dovremo lavarci meglio i piedi? :-DDDD

6 commenti:

marinella ha detto...

La conosco questa ricetta, io la faccio come mi hanno insegnato, mettendo pane raffermo tagliato a dadini a cuocere in brodo vegetale, verso la fine si aggiunge della fontina tagliata a dadini, che fonde e fila mentre si mangia. La tua versione comunque è sicuramente più sana senza il formaggio.

Hirilla ha detto...

Magari l'aspetto è un blob, ma dev'essere buooona!
Che carina la Tabatughina...
Quando i gatti si strofinano su di noi, è per lasciarci addosso il loro odore. Una specie di appartenenza reciproca, un onore! Se lo fa sul naso, credo che equivalga al nostro bacio, ma magari sbaglio.
La "danza del latte" e il buffetto sulla guancia, invece, sono proprio segni d'affetto. Tesssora!

Morrigan ha detto...

@Marinella: forse è la supa barbetta.
Ma diamo al naturalista quel che è del naturalista: la sbobba è sua e lotta insieme a lui... o con noi, o dentro di noi! ^____^
@Hirilla, la prossima volta che vieni te la prepariamo! E Tabatughina è bellissimissimissima! Provo un "eurostar" di affetto per lei, invece che un "moto"...ahahahahah, capita la battuta? No? :-[[
Ciao Tesssoraaa!

Scribacchini ha detto...

Commento poco (la vecchiaia ... la pigrizia ...) ma ti leggo sempre.
Tabatughina e adorabile e, si, strusciamenti e impastamenti vari sono segni di grande affetto. :-)
E pure il dormirti sopra! Stai contenta che, a vederla in foto, è leggerina: io ho dei veri macigni, che al mattino è un dramma riattivare circolazione e giunture! ;-)
Kaneda la vede così! ;)
Grattini e coccole
Patt

Hirilla ha detto...

Morrigan...
Un'altra battuta così, e vengo sotto casa tua a tirarti i pomodori! ;P

Morrigan ha detto...

@Patt: grazie Patt. Mi sono tanto affezionata a questa piccola palla di pelo che, effettivamente non pesa tanto, epperò quando sta bella ferma sulle gambe tutta la notte dopo un pò sento la circolazione venir meno ^___^
Grattini e coccoline
@Hirilla: diamo al naturalista quel che è del naturalista. Simili battute d'ammmmore me le fa spesso sostituendo la moto con: autotreni, motorini, Boeing 747, biciclettine, dipende dall'umore :)... ma non è un amorino trottolino! :-D
Vieni pure a casa quando vuoi! Ti aspettiamo per una bella Bagna Caoda a te e all'Araldo (e a qualche altro malcapitato che accetterà l'invito eheheheheh!)
Baciozzi, Tesssoraaa!