martedì 26 giugno 2007

Tabatughina ricoverata

:-[

Ebbene sì. Stamattina ho dovuto far ricoverare la piccina.
Era da un pò di tempo che mi sembrava non stesse bene: la mattina trovavo sempre un "ricordino", rigurgitato dalla belva, su uno dei due divani letto che abbiamo. Domenica sera l'apoteosi. Non paga di aver lasciato lo svomitazzino la mattina, dopo aver cenato l'ho vista un pò inquieta: e gira de qua, e gira de là, ma dove vai? Improvvisamente, sale sul divano, dove stavo spaparanzata, e mi svomitazza quanto mangiato. Mi sono spaventata tantissimo. Si torna al pronto soccorso: ore 22.30, carico la piccola sul trasportino e affronto l'afa notturna di Roma-Centocelle by night.
Arrivate al pronto soccorso, il medico di turno le diagnostica un probabile ipertiroidismo e fors'anco un affaticamento dei reni, ma per esserne certo deve fare le analisi del sangue. Ecco... mai più!
Far fare le analisi ad un animale è un'esperienza stressantissima per il suddetto e soprattutto per il padrone. A me hanno fatto attendere fuori la stanza delle visite e sono stata ad ascoltare i lamenti e i miagolii di Tabby che, ovviamente, non voleva farsi fare l'iniezione. Era qualcosa di straziante. Dopo vari "Miaoooo, miaoooo e miaaaaaooooo" mi fanno entrare e trovo la piccina stesa sul tavolo con una zampina grondante sangue "No, non si preoccupi. Sa, non ne ha voluto sapere di farla sulla giugulare e abbiamo dovuto farla sulla zampa, ma è tutta impressione. Che ci aiuta a tenerla che non abbiamo finito, dobbiamo estrarre ancora un pò di sangue?" Ah, ecco.
E va bene. Mentre la tenevo ferma e le davo tanti bacini, e oltre ad averle messo quella sorta di cono di plastica per evitare che mordesse (ma chi? La piccina?), vai con la seconda estrazione "Miaooo, miaooo, miaaaaaoooo", però di meno.
OK!
Riporta a casa Tabby e aspetta il risultato delle analisi che è giunto stamattina: insufficienza renale e fors'anco epatica. La gatta ha bisogno di essere reidratata e quindi è bene che rimanga in ospedale per almeno tre giorni.... che fa? Acconsente?
E che faccio. Con un maglio sullo stomaco, che sembrava dovermi strappare le budella da un momento all'altro, dò l'assenso al ricovero e il dottore mi porta via, in un batti baleno, la piccolina che stava tanto tranquilla nel trasportino.
E' stata veramente strana la sensazione che ho provato quando mi hanno chiesto di decidere, abbastanza in fretta che il medico aveva anche altri pazienti da visitare. Una morsa fortissima allo stomaco e la sensazione che una parte di me si staccasse.
Ho tentato di contattare il naturalista ma lui è fuori gioco fino a metà luglio fra giapponesi, inglesi e montagne dolomitiche... e il cellulare è sempre spento! Lo saprà stasera.
Addirittura ho chiamato un'amica, che di gatti se ne intende, chiedendole "Che fare?". Le alternative erano tre: o le facevo le flebo io a casa ma dovevo garantire una copertura giornaliera e ora come ora non posso, sono sola ora e le ferie non le prendo prima di agosto, o le flebo in day hospital (sì forse, ma con la spada di damocle che non riuscivo ad arrivare per le 19.30, orario di ritiro della micia e comunque era una soluzione provvisoria perchè le flebo gliele avrebbero fatte per solo nove ore), o il ricovero, consigliato perchè non solo stava sotto osservazione ma l'infusione di flebo e la reidratazione è più costante.
Va bene: ricovero, ma mi sono sentita un verme. So che è la soluzione migliore per entrambe, ma mi sembra d'averla abbandonata.... Tabby perdono!
In più ho anche papino che si sente un cesso, e mia sorella una chiavica ... O____o
Mah? E io?
Orsù, miei fedeli, accendete ceri, organizzate riti apotropaici affinchè alla Morrigan la pompa je regga per un bel pò! ^_____________^
MIAAAAOOOOOO

8 commenti:

Yari ha detto...

Mi dispiace :-( Spero davvero che si risolva tutto per il meglio. Un abbraccio.

marinella ha detto...

Ciao Morrigan, come ti capisco, io sto ancora facendo le punture al mio micio che è finito in ospedale anche lui la scorsa settimana.
E stato morsicato e graffiato durante una delle sue scoribande e ha avuto un ascesso bruttissimo sottomandibolare. Lo abbiamo portato al pronto soccorso a mezza notte. Poi il giorno dopo l'ho riportato perchè non riusciva neanche a bere dal dolore ed era già disidratato. Gli hanno fatto la flebo, ma sotto pelle, e mi hanno dato tutto l'occorrente per fargliele io con un siringone gigante. Adesso sta meglio, non gradisce le punture ma l'ascesso è rientrato bene e si alimenta normalmente. Vedrai che anche la tua piccola si riprenderà infretta, hanno 7 vite per fortuna. Un abbraccio

Morrigan ha detto...

Grazie ragazzi.
Oggi vado a trovare la piccolina e anche una mia amica mi ha detto che le flebo da fare in casa non sono poi così difficili e forse gliele posso fare per un tempo limitato (mezz'ora). Sentiamo cosa diranno i veterinari.
Una grattatina al micio di Marinella e un grazie ancora a entrambi. ^___^

P.S.: Marinella, come riesci a fare le punture? O_____o

Hirilla ha detto...

Cara Morrigan, mi dispiace tanto!
Spero veramente che Tabatughina si riprenda presto. Forse anche l'afa di questi giorni potrebbe aver aggravato le sue condizioni... È pesante da sopportare per noi, figuriamoci per una distinta signora micia!

Capisco il tuo dispiacere nel lasciarla dal veterinario ma, lì per lì, hai scelto bene: l'importante è intervenire presto.
Poi, comunque, le flebo non sono così difficili da fare, sai? Io non sono capace a fare le punture, eppure ho fatto le flebo alla mia vecchia micia, quando stava male.
Certo, magari le prime volte potresti avere la mano pesante ma, se ce l'ho fatta io (che m'impressiono anche a vedere l'ago che entra), ce la puoi fare benissimo anche tu!

E speriamo che pure il papino e la sorellozza si riprendano, suvvia! E che d'è?

Ti mando un abbraccione.

Anonimo ha detto...

Ehi piccola mi dispiace per la micia, ma vedrai che tutto andrà per il meglio. Anche io ho avuto esperienze tragiche con iniezioni a gatti e flebo a cani. Ho constatato di persona, riportando gravi ferite, che i gatti hanno la pelle veramente dura e gli aghi stentano a farsi strada. Meno male che non sono un gatto!
Dai, tu non ti abbattere, assisti tutti quanti con energia che appena torna the little frog te ne rifonde in gran quantità. Ah e poi sabato tra l'erbazzone, il venticello e, soprattutto la compagnia, ti risolleverai almeno per un po'. Un abbraccio.
La ragazza con l'aspirazione.

Morrigan ha detto...

Grazie Hirilla e grazie "Ragazza con l'aspirazione" ^____-
Spero bene, sono tutta scombussolata.
E che impressione strana tornare ieri sera a casa e non trovarla, non avere quell'esserino belva che ti segue, e ti fa inciampare, e ti miagola, e ti si accoccola vicino e ti guarda con quegli occhioni a volte stranulati a volte inquisitori... Roar!
Tabby aspettami (e 'ndò va?) che oggi arrivo!

max - la piccola casa ha detto...

ciao spero che vada tutto per il meglio e che torni presto a casa.
capisco cosa vuol dire, ho avuto tre cani e due gatti in passato e ogni volta che non stavano bene, stavo male anche io.

Belladonna ha detto...

Carissima, mi dispiace tanto per la micia.
Capisco benissimo la tua sensazione, anch'io quand'ho dovuto lasciare la micia mi sono sentita un verme. Cmq hai fatto bene a ricoverarla, è importante che le prime cure siano fatte bene.
Una grattatina alla micia e un forte augurio di pronta guarigione anche a tuo papà.