giovedì 19 dicembre 2013

La misticanza


NOTA: QUESTO E' UN POST PUBBLICATO NEL 2009. NON SO PER QUALE MOTIVO BLOGSPOT ME L'ABBIA RESO IN BOZZA E HO DOVUTO "RIPUBBLICARLO" OGGI.
SEMPRE ATTUALE, PERO'  ^________^
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^



E siamo in Quaresima, e quindi le crapule mangerecce devono essere contenute e "lo corpo e lo spirito" devono prepararsi per questo periodo di digiuno e penitenza. Bè, per chi crede oggi è stata una giornata di magro, per me che vagolo è stata una giornata di magro lo stesso perchè ormai me devo da' 'na controllata che comincio a faticare troppo, a respirare male, a camminare peggio e credo che la mia "macchina corporea" cominci a perdere i colpi. A 41 anni? O___o Eh, a 41 anni! Ecco perchè voglio introdurre questo piatto, anche perché rievoca in me ricordi passati, legati alla mia famiglia, che di questa verdura ne consumava "un sacco e una sporta", e legati soprattutto a papà che me la preparava quando andavo a mangiare a casa sua; non so se il termine sia diffuso in tutta Italia o è tipico solo dell'area centrale ... la misticanza. Già il nome sembra evocare misticismo, ascesi, corpi che levitano (ho scritto LEvitano NON LIEvitano) per incontrare la luce, il nirvana, la buddità, il divino o quel che più vi aggrada, e invece vuol dire "mescolanza", perchè tale piatto altro non è che l'insieme di una serie di erbe di campagna raccolte e messe insieme per essere poi mangiate sotto forma di verdura lessa ripassata. Io, almeno, la faccio così anche perchè al mercato di Centocelle, dove ogni banco ne è rifornito in quantità industriale, la verdura ivi presente non mi sembra molto versata per essere preparata ad insalata, come letto in alcuni siti web, ma parmi più verdura da cuocere e mangiarsi o lessa o ripassata. Ma perché? Perché le verdure presenti nella "Misticanza de Centocelle" sono (se ricordo bene ciò che mi ha detto la verduraia): borragine, crespigno, acetosella, cicoria, altre erbe strane e con i peletti pizzicosi che quando le capi ti fai anche un po'male.
Ecco un esempio di misticanza "a crudo", prima di essere cucinata
Comunque, la preparazione è semplicissima. Si capano le verdure, le si mondano per bene perchè sono belle piene de terra; si lavano, quindi, almeno quattro, cinque volte, se non di più, e si lasciano a bagno con Amuchina (e io ci metto anche il bicarbonato) almeno al primo ammollo. Effettuato il lavaggio, le verdure vengano cotte in un bel pentolone, riempito a metà con acqua e sale. Finita la cottura (io le lascio cuocere per almeno una trentina di minuti), si scolino e, quando si sono raffreddate, si strizzino un po' e si ripassino in padella con un po' d'olio e.v.o., erbette fini (rosmarino, timo, finocchio tritato), sale.
Si mangiano bene in mezzo a due fette di pane casareccio!
Burp!

10 commenti:

marinella ha detto...

NOn ho capito se è amara, comunque sembra essere parecchio buona dall'aspetto. Senti, magari evita il bicarbonato nel lavaggio, si porta via le vitamine idrosolubili.
Ciao baci

spiritodellaterra ha detto...

Buonissime, a me piacciono tantissimo, quelle pelosine da me si chiamano "gruspigni" ma credo sia dialetto. Intorno casa ne ho una marea e quando ho voglia e mi metto a raccorglierle mangiarle è una goduria...
Baci baci

Ps Tabatuga è bellissima!!!!

miciapallina ha detto...

Ma che buona che è la tua misticanza!
Purtoppo io e GG non abbiamo la possibilità di andare al mercato (si entra in ufficio alle 8,30 si esce alle 18 e 30.... mezz'ora di pausa pranzo e il resto è viaggio.... un ora all'andata e una al ritorno...)
Purtoppo... ma quando mi capita tra le zampette la faccio anche io!
La adoriamo!
Anzi, GG mi ha relgalato l'anno scorso apposita padella (enorme) tipo ristorante dove ne produciamo quantità industriali!
Noi saltiamo la fase "lessatura"... la metto cruda in padella, bel scolata e faccio andare a fuoco altissimo!
poi aggiungo uvetta e pinoli.... o uvetta e acciughina....
Una deliziaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
Anche i gatti apprezzano!

nasinasiverdegianti

Morrigan ha detto...

@Marinella: la misticanza non è amara, anzi. E grazie per la dritta del bicarbonato. Non lo sapevo proprio. E io che credevo di lavar bene le verdure!
@spirito della terra: beata che ti puoi coglier la verdura quando vuoiii! Tabatughina ringrazia
@Miciapallina: eccoti qua!!!! Io al mercato ci vado solo il sabato mattina poichè i miei orari sono quasi simili ai vostri. Quella del salto della fase lessatura mi piace... voglio provarla. Ma la può mangiare anche Tabatughina a crudo o cotta? Grazie per la dritta e ancora tanti nasi nasi a te e a tutta la combriccola!

Geillis ha detto...

come ti capisco...io 41 li faccio ad aprile, sono un paio di anni che ho preso sei chili e ho l'affanno, pensavo di essere l'unica, ed invece mi sa che è proprio letà
:-(
Non pensavo che lo scavallo dei 40 fosse così traumatico...

P.s. adoro la misticanza, semplice ma buona

Elle ha detto...

Grazie mille! Ero in rete a cercare COSA fare con il kg di misticanza (sembra tantissimaa!) che ho e mi hai aiutato!!! La proprietaria di 2 birichini miagolini

Morrigan ha detto...

Non so per quale motivo Blogspot mi ha reso due post del 2009 in bozza e ho dovuto ripubblicare... boh?

Fuji ha detto...

Buona la misticanza! Io l'ho sempre sentita chiamare cicoria di campo. In questi paraggi mica si trova molto spesso, o forse sono io che non so cercarla. Va bene a chi la sa raccogliere da sé, come una mia ex collega ora in pensione (beata lei!) che abita sulla Cassia e insieme alle vicine si armava di coltellino e andava a farla di persona. Io manco saprei riconoscere tutte le erbe giuste...

cooksappe ha detto...

un post dal passato!

Morrigan ha detto...

Dici che è un segno? che devo riprendere a postare?