lunedì 7 maggio 2007

Ma quanti bei librini Madama Dorè!

Oggi si parla di libri! ^____^
Tiè, beccateve 'sta botta de cultura, oltre a quella di colesterolo, o voi lettori dediti alla crapula mangereccia; sempre a magnà e a cercare ricettine ... l'uomo non vive di solo pane...
Vabbè piantiamola qua e iniziamo ^____^
Si apre a Torino, dal 10 al 14 maggio p.v., la Fiera del Libro .
La Fiera è un appuntamento annuale che permette a grandi e piccole case editrici - italiane e straniere - di mettere in mostra le novità e soprattutto permette a noi lettori di immergerci in un'overdose di carta stampata che, per me, ha sempre il suo fascino.
A scorrere il programma viene il mal di testa: tanti incontri, molti, anzi la maggior parte, dei quali non so neanche se vale la pena seguirli, ma di contro... tanti espositori e tante bancarelle dove poter ciondolare e scoprire chissà quale libro.
In ambito tolkieniano mi preme, soprattutto, segnalare la presenza di una conferenza che si terrà domenica 13, presso lo spazio-conferenze "Piazza Italia". Si parlerà de "Il Bene tra Felicità e Dovere" e le persone coinvolte sono Franco Manni (autore del libro Lettera ad un Amico della Terra di Mezzo, Simonelli Editore, Milano), Gianluca Comastri, di Eldalië,
e Lorenzo Gammarelli ("Zorronel, l'immortale! ^____^) del NG I FeSTosi.
Francamente non so quanto di tolkieniano ci sia, tuttavia i tre relatori sono legati al mondo del prof. (Manni è della redazione di Endòre, Comastri di Eldalië e Lorenzo-Soronel, bè è Soronel il quale, oltre ad aver curato alcune riedizioni di opere di Tolkien - Lo Hobbit, Il Fabbro di Wootton Major, Farmer Giles of Ham -, è colui che sa ... e andateve a guardare il suo sito), quindi... io segnalo. ^__^
Scorrendo il programma ho trovato anche un altro libro che sembrerebbe legato a Tolkien ma che in realtà cita il prof. solo nel titolo "La casa di Tolkien", Stando a quanto scritto nella quarta di copertina "... La casa di Tolkien racconta con delicatezza, ironia, perfino sensualità, e con una contagiosa allegria, il mondo delle diverse abilità (il mondo dei disabili e il mondo dei normodotati, che poi sono geograficamente lo stesso mondo), trascinandoci in un caleidoscopio di emozioni e avventure fino a un sorprendente, inatteso finale".
Ma in nessun'altra recensione on line ho trovato dei riferimenti al prof.: toccherà leggere il libro! ^O^
Il bello è che parlo di questa manifestazione, giunta quasi al suo ventennale, credo, ma non ci sono mai andata O___o
Ma un giorno lo farò, ah! se lo farò... e sì che ho anche il marito e collaterali piemontesi!
Cicoriaaaaa

5 commenti:

Hirilla ha detto...

Anderovvi, cara dea... per la prima volta in vita mia!
E al seguito di Colui Che Sa, ovviamente. :)

Poi vi raccontiamo!

~Alisea~ ha detto...

Libromane e cuciniera no? :-?
Io trovo il binomio irresistibile! ;-D

Morrigan ha detto...

@Hirilla... vai cara Sorella,tanto giovedì se "vedemio" e metteremo in cantinere ciò che dovrai "arraffare" nel mentre Zorronel fa la sua prolusione... ah ma tu vuoi assistere.. vabbuò, allora al dopo prolusione.
@Alisea - il binomio libromane-cuciniera è il migliore che ci sia! Concordo! ^___^

Hirilla ha detto...

Già vedo, al ritorno, l'aereo che stenta a decollare, per il peso dei libri dei passeggeri partecipanti al Salone!

marinella ha detto...

Ci sono andata proprio oggi, ma io sono di zona, comunque il bottino è stato ricco (avevamo portato il carrellino della spesa ed è stato utile) Sempre bello, mio marito non lo perderebbe per nessun motivo, è andato a tutte le edizioni, io ne ho perse alcune negli anni ma mi difendo con onore.